Ciclismo e Pioggia – Consigli Utili

Pedalare con il bagnato può essere divertente, ma anche molto pericoloso. Con la pioggia la bicicletta perde di aderenza e particolarmente in un ambiente urbano caratterizzato da parecchie insidie andare in bicicletta quando piove può essere un’impresa particolarmente ardua.

Dobbiamo evitare di perdere di aderenza sbandare e scivolare, per questo motivo mettiamo a disposizione alcuni consigli utili a coloro che volessero pedalare sul bagnato in sicurezza.

bici pioggia

Vedrete, nel corso di questa breve guida, che si tratta di accortezze facili da realizzare e che si riveleranno vincenti per evitare brutte sorprese in bicicletta sotto l’acqua.

Il primo consiglio che diamo è quello di utilizzare i parafanghi, guadagnerete in praticità e sicurezza. Quindi, se prevedete di utilizzare la bicicletta anche quando piove, fate montare sulla stessa i parafanghi e scegliete il modello più coprente, vi risparmierete un vero e proprio bagno di acqua, per lo più sporca, visto che sarebbe quella alzata dal terreno con le ruote, e potrete affrontare qualsiasi percorso, anche quelli con pozzanghere.

L’aderenza al terreno, particolarmente quando piove, è d’obbligo, questo significa che le gomme della bicicletta dovranno non essere troppo gonfie, ma neanche troppo poco. Gomme troppo gonfie riducono l’aderenza, la soluzione corretta varia in dipendenza al tipo di gomma che si monta e al peso della persona che usa la bicicletta. Fidatevi dell’istinto, e chiedete anche consiglio a qualche ciclista esperto, e individuate la gusta pressione delle gomme.

Non tutte le gomme sono uguali, come per le automobili, anche le biciclette possiedono gomme estive e gomme invernali, e anche gomme pensate per essere usate sotto l’acqua, perchè più aderenti, e gomme pensate per il sole. Se prevedete di pedalare con il bagnato, pensate a montare una gomma adatta.

Particolarmente con la pioggia è importante mantenere sempre saldo il controllo della bicicletta, le mani vanno tenute saldamente sul manubrio. Risulta essere consigliabile indossare guanti e sottocasco in windstopper oltre che un pantalone e una giacca impermeabile, questi ultimi per evitare di giungere a destinazione inzuppati. Mentre il pantalone può essere stretto, è importante la giacca sia magari larga, in modo si possa indossare anche sopra uno zainetto. Risulta essere bene, poi, indossare un paio di scarpe alte e impermeabili, oppure degli stivaletti in gomma.Vanno invece evitate mantelle, che si gonfierebbero in caso di vento e farebbero sbandare, e anche indumenti pesanti, in considerazione del fatto che pedalare sotto l’acqua e coperti come sopra indicato fa sudare molto.

Altra cosa molto importante quando si pedala sotto la pioggia è quello di rendersi visibili agli altri, per mezzo di catarifrangenti e segnalatori lampeggianti, sia anteriori che posteriori. Considerate che con la pioggia la visibilità è ridotta, non solo per voi ma anche per gli altri. Per questo, inoltre, evitiamo occhiali, che difficilmente potremmo pulire, e usiamo piuttosto una berretta con ampia visiera. Del resto se andate in bicicletta con la pioggia dovete mettere in conto di bagnarvi come minimo il viso.

Se da un lato è importante aumentare l’aderenza, dall’altro lato una guida attenta e fluida permetterà di ridurre il rischio di incidenti ma anche di perdere aderenza. In curva, per esempio, si deve scegliere sempre la traiettoria più larga possibile, in modo che la bicicletta si pieghi il meno possibile e appunto non si perda aderenza. Le frenate vanno eseguite con anticipo rispetto a quando si guida su un terreno asciutto e non è una cosa inusuale che frenando si perda il controllo della bicicletta, per effetto dell’acqua planning. Come per gli autoveicoli, anche nella guida in bicicletta in questi casi si deve rilasciare il freno, cercare di riprendere il controllo della bicicletta, recuperando la traiettoria, e sostituire una frenata lunga con semplici colpetti di freno, fino a riuscire a frenare. Ovviamente vanno sempre usati entrambi i freni in contemporanea.

Tutto quanto sopra è possibile, ovviamente, se non stiamo correndo: quando piove bisogna ridurre la velocità in bicicletta. All’aumentare della velocità, infatti, i rischi aumentano in forma esponenziale poiché si riducono tempi di reazione, visibilità e anchela tenuta di strada.

Infine strisce segnaletiche e binari sono nemici dei ciclisti con il bagnato, entrambi si trasformano in pericolosissime superfici simili al ghiaccio. Evitiamo dunque percorsi con binari e se proprio dovete attraversarli, si deve farlo in modo perpendicolare. Evitiamo di incrociare anche linee segnaletiche e non effettuiamo cambi di direzione o frenate sopra le stesse.

Detto questo veniamo a un ultimo consiglio che non riguarda la guida sul bagnato ma la manutenzione della bicicletta, oliamo sempre la catena al rientro a casa. L’acqua, con i sali che sono depositati sull’asfalto, rimuovono l’olio dalla catena, danneggiandola nel tempo.

Comments on this entry are closed.