Misuratori di Potenza – Cosa Sono e Come Funzionano

Il misuratore di potenza, chiamato anche power meter utilizzando l’analogo termine inglese, è uno strumento usato nel ciclismo a partire dal 1986 che permette di misurare la potenza sviluppata nel corso della pedalata.

Entrando nello specifico, il power meter è uno strumento in grado di misurare la potenza espressa durante una pedalata e di mostrare il valore utilizzando il Watt come unità di misura. Esattamente, il misuratore di potenza risponde alla formula Watt = forza applicata x RPM, ovvero forza applicata per frequenza di pedalata.

misuratori di potenza online

Il vantaggio connesso all’uso di tale strumento è quello di ottenere un dato assoluto di potenza, che non varia in base al vento, in base alla pendenza del percorso o alla velocità. Ciò consente di slegarsi dal riferimento a valori variabili e personali, come la frequenza cardiaca, che invece veniva considerata precedentemente, ma che variava per affaticamento e cambi di temperatura, e ottenere un dato confrontabile a situazioni differenti e a persone differenti.

I vantaggi derivanti da uno strumento di questo tipo sono evidenti.

Grazie al misuratore di potenza, dunque, ogni ciclista impara a conoscere meglio i propri valori, comprendendo come sviluppare più Watt riducendo quello che è il proprio personale affaticamento. Non solo, archiviando i dati di ogni percorso, questi diventano raffrontabili in differenti periodi di attività e condizioni di percorso.

Risulta poi essere possibile valutare in modo preciso i carichi di lavoro, i watt espressi sono infatti immediati, a differenza dei valori mostrati dal cardiofrequenzimetro.

Dai primi misuratori di potenza, poi, la tecnologia ha fatto passi avanti, giungendo a produrre power meter in grado di connettersi a Internet e offrire analisi in tempo reale.

Risulta essere in considerazione di tutto ciò che nel ciclismo moderno il misuratore di potenza diventa lo strumento principali per l’allenamento, che ovviamente può essere affiancato a un cardiofrequenzimetro, per ottenere dati ancora più completi. Ciò non toglie che si possa anche continuare a lavorare solamente con un cardiofrequenzimetro, o anche come si faceva una volta, lavorare a sensazione. Tuttavia, se si vogliono avere dati precisi, il power meter è uno strumento indispensabile..

Connessi all’uso del misuratore di potenza ci sono due svantaggi, il primo riguarda il prezzo. Un power meter rappresenta comunque un costo aggiuntivo che va sommato a quelli che già sostiene il ciclista. Ovviamente ci sono vari modelli di misuratori di potenza per ciclismo, che presentano differenti funzionalità e prezzi.

L’altro svantaggio del power meter è che, nonostante rimanga un dispositivo semplice da utilizzare, necessita comunque di un certo tempo e esperienza per imparare a capire come sfruttarlo in modo completo. Questo è particolarmente vero se si è abituati a effettuare gli allenamenti solamente con il cardiofrequenzimento, visto che rispetto a questo la precisione dei dati e i tempi di risposta sono molto differenti.

Possiamo dunque giungere a dire che nel ciclismo moderno è indispensabile avere a disposizione tutti i dati dell’atleta per giungere a programmare al meglio l’allenamento e proprio per questo non si può fare a meno del power meter, analizzando i dati di ogni allenamento e comparandoli in sequenza è infatti possibile valutare se sia necessario aggiustare il programma degli allenamenti, se vi sia bisogno di un periodo di scarico e più genericamente se l’allenamento procede come da programma.

L’abbondanza di dati porta però alla necessità di approfondire in proprio la materia oppure di avvalersi di una persona esperta, di un tecnico capace di programmare allenamento e utilizzo dei Watt.

Dicevamo che rispetto ai primi misuratori di potenza, oggi più aziende offrono vari modelli a differenti prezzi. Tra questi troviamo modelli con sensori sui pedali, sul movimento centrale, sulla ruota posteriore, sulla pedivella.

Ovviamente nella scelta tra un power meter e l’altro non lasciatevi guidare solamente dal prezzo, il vero elemento da osservare è la precisione dei dati. Apparecchi meno costosi sono imprecisi e possono dare differenze anche di 10 Watt o 20 Watt, che non sono un dato irrilevante in un allenamento.

Comments on this entry are closed.