Come Affrontare una Discesa in Bici da Corsa e Come Migliorare

Oggi spieghiamo come affrontare una discesa in bici da corsa e come migliorare su questo tipo di terreno.

La discesa rappresenta un divertimento per alcuni e un problema per altri, troviamo ciclisti che si trovano bene su questo terreno e altri che sono in difficoltà a causa delle velocità che si possono raggiungere.

come affrontare una discesa in bici da corsa
Affrontare bene la discesa è fondamentale per chiunque voglia fare gare, anche chi non gareggia deve però sapere come comportarsi su questo terreno in modo da scendere in sincurezza.

Il punto di partenza è la prudenza, è inutile prendere rischi quando si è in bici.

Vediamo come affrontare una discesa e come migliorare su questo tipo di terreno.
In discesa è importante avere una visione ampia della strada che si trova davanti, bisogna quindi osservare lontano per prepararsi alle curve e agli eventuali ostacoli presenti.
Lo sguardo deve essere quindi rivolto al centro curva nel momento in cui si entra in curva e deve già essere oltre la curva quando si raggiunge il centro curva.
Questo permette di preparare le traiettorie migliori.

Per quanto riguarda la traiettoria da seguire, la curva dovrebbe essere affrontata allargandola prima, chiudendola al centro e allargandola dopo.
In questo modo si aumenta il raggio di curva e si ha la possibilità di mantenere una velocità elevata.
Allargare la traiettoria in entrata permette infati di ritardare l’ingresso.

La frenata deve essere decisa ma progressiva, con la bici dritta.
Non bisogna invece cercare di frenare quando si è già in curva.
La frenata deve essere fatta utilizzando il freno anteriore e quello posteriore.

Le mani devono essere tenute in presa bassa, solo in questo modo è possibile tenere una posizione salda in sella e frenare in modo sicuro.
La posizione in presa bassa permette inoltre di abbassare il baricentro.

Il busto può essere utilizzato per bilanciare il mezzo.
Nel percorrere la curva, è consigliabile entrare con il busto in posizione normale per poi cominciare a piegarlo gradualmente verso il manubrio.
Questo permette di abbassare il baricentro nel punto della curva il cui la forza centrifuga tende a spingere fuori dalla traiettoria.

La piega è un altro elemento importante quando si affrontano le discese.
Quando si affronta una curva in disesa, bisogna piegare la bici mantentendo il baricentro del corpo spostato verso l’asse delle ruote.

Utile è anche spingere il piede esterno verso il basso della pedivella, che deve essere abbassata, in opposizione alla pedivella interna alla curva che deve invece essere alzata.

Per affrontare una discesa nel modo giusto, è importante non irrigidirsi.
Irrigidirsi durante la discesa comporta difficoltà nel seguire traiettorie non corrette.

Un errore da non fare è quello di smettere completamente di pedalere.
Bisogna continuare a pedalare anche in discesa, in modo da non raffreddare troppo i muscoli e avere di conseguenza problemi nel tratto di strada successivo.

Migliorare in discesa richiede tempo.
Come prima cosa bisogna imparare a conoscere la propria bici, capire quali sono gli spazi d’arreso e come cambiano a seconda del fondo stradale.

Una soluzione utile per migliorare è quella di seguire gli altri. Uscire quindi con compagni bravi su questo tipo di terreno e cercare di rimanere con loro
Uscire con qualcuno che è in grado di affrontare le discese in modo veloce e sicuro permette di capire che è possibile andare oltre a quelli che si ritengono essere i propri limiti.
Anche osservare le traiettorie che fanno gli altri risulta essese utile.

Putò essere utile percorrere più volte la stessa discesa cercando di migliorare sempre la propria prestazione.
Un percorso conosciuto può infatti creare meno difficoltà a chi non si sente particolarmente sicuro su questo terreno.

Per concluedere ricordiamo ancora che la sicurezza è l’elemento più importante, nom bisogna quindi prendere rischi inutili per guadagnare pochi secondi.

Comments on this entry are closed.